Eddie Kingston a 360 gradi

Eddie Kingston: “L’AEW e’ il mio capolinea. Non vado da nessuna altra parte”

Recentemente Eddie Kingston ha festeggiato i 19 anni di carriera, in concomitanza con il primo anniversario di AEW Dynamite, in onda sul canale TNT.

Prima del suo debutto in All Elite Wrestling, avvenuto il 16 luglio 2020 dopo aver risposto alla open challenge lanciata dal TNT Champion Cody, Kingston ha intrapreso un percorso piuttosto variegato, che lo ha portato a lottare in diverse federazioni come Chikara, CZW, PWG, Ring Of Honor, Impact Wrestling ed NWA.

La sua prestazione in- ring, ma soprattutto il suo ottimo promo, hanno fatto si che il Mad King conquistasse il pubblico della AEW in pochi minuti, scatenando un vero e proprio trend su twitter tramite l’hashtag #SignEddieKingston attraverso il quale i fan hanno richiesto a gran voce che la federazione mettesse sotto contratto l’atleta.

Ai microfoni di Fansided, Kingston ha comunque spiegato che, per quanto lusingato dalla chiamata della All Elite e dall’affetto ricevuto dai fan, per lui la visibilità recentemente acquisita non è certo un premio alla carriera, che è comunque ben lontana dalla fine.

Per quanto riguardo il supporto dei fan su Twitter ha dichiarato: << Ero molto sorpreso. Non sapevo di essere così importante per tutti quei fan >>.

Kingston è sicuramente un ottimo performer, ma ciò che colpisce di più è la sua straordinaria abilità nei promo, che possiamo apprezzare anche grazie alla libertà creativa concessagli in AEW.

<< Faccio semplicemente quello che mi viene detto di fare. Combattere è il mio lavoro e se mi propongono di provare qualcosa in particolare, io accetto. Dovete sapere che non avevo molti soldi prima di approdare in AEW, ecco perché per me non è un problema lavorare e mettere in atto ciò che mi viene proposto.

Per quanto riguarda i promo, mi danno abbastanza libertà creativa per dire quello che voglio, so solo quale messaggio devo fare arrivare al pubblico. Loro mi forniscono una lista con i concetti chiave che devo inserire all’interno del promo e basta, il resto dipende da me.

Ovviamente,devo prestare un minimo di attenzione perchè non posso dire parolacce su TNT >>.

Inoltre, Kingston ha confessato che i suoi promo prendono spesso ispirazione da delle canzoni.

<< Tupac è il mio artista preferito. Poi, prendo molta ispirazione dalla rock band AFI; ascolto le loro canzoni e tutto prende forma da li. Ultimamente ascolto anche molte band come i Murder By Death, Builders and Butchers e The Devil Makes Three e molti altri tra rock e hip hop.

Ma Eddie non prende ispirazione solo dalla musica; infatti l’atleta si ispira spesso anche a fatti realmente accaduti nella sua vita. Si tratta di un processo creativo che molti artisti di ogni genere, non solo wrestler, utilizzano con frequenza, prendendo ispirazione da qualcosa di vicino a loro.

Quello che voglio fare è creare una connessione. Voglio coinvolgere le persone con i miei promo. Voglio coinvolgere gli altri performer sul ring. Voglio che le persone si emozionino. Che io le faccia ridere o arrabbiare, che io le renda tristi o felici, voglio che si connettano con me e che si emozionino in qualche modo.

Nonostante Kingston faccia ora parte della All Elite Wrestling, non ha di certo dimenticato i suoi anni passati a lottare nel circuito indipendente e non perde mai occasione per fare shout-out su Twitter ad altri colleghi delle indies.

<< Voglio mostrare loro il mio supporto, perché quando lottavo nelle indies io non he ho avuto. Voglio che il wrestling cresca e che tutte le compagnie guadagnino, perché quando una compagnia cresce economicamente, lo fa anche tutto il business >>.

In AEW Kingston ha ritrovato molti suoi vecchi amici e colleghi, come The Butcher & The Blade e i Lucha Brothers con i quali sembra aver istituito una nuova stable, ma fra tutti, ha ritrovato Jon Moxley, attuale AEW World Heavyweight Champion.

<< Ho lavorato con Moxley molti anni fa nelle indipendenti, e nulla e’ cambiato. Stessa attitudine. Stessa dinamica. Stessa voglia di essere il migliore sul ring >> racconta << Lui mi motiva e vedere che non e’ cambiato in questi anni nonostante il successo, mi dice che anch’io sto facendo la cosa giusta, rimanendo fedele a me stesso >>.

Il Mad King ha rivelato che dal suo arrivo in All Elite ha ricevuto molti consigli da Taz, Excalibur, Jim Ross ed Arn Anderson, oltre che da Dustin Rhodes e Dean Malenko. << Hanno tutti così tanta esperienza che sarebbe un’occasione persa, egoisticamente parlando, non andare a chiedere consigli >>.

Stando alle sue ultime dichiarazioni, Eddie Kingston sembra aver trovato la sua nuova casa nella All Elite Wrestling.

<< La AEW e’ il mio capolinea e non andrò da nessun’altra parte. Ho 38 anni e sono 19 anni che pratico wrestling. Non ho intenzione di firmare per nessuna altra compagnia. Sono affamato, voglio dare il meglio di me e farò in modo che nessuno fermi me o la AEW >>.

Fonte: Fansided



Traduzione: AllEliteRob
Revisione: Bennie